Primo al Pigneto: la Maremma di Roberto Tistarelli.

La Maremma ce l’abbiamo negli occhi e nel cuore.
Così non ci pensiamo due volte a prenderci l’ultimo tavolo rimasto per la cena preparata con i prodotti di Roberto Tistarelli.
A dir la verità capitiamo per caso verso le dieci ma Massimo, uno dei soci, ci riacchiappa per i capelli e ci inserisce ad evento iniziato, facendoci servire comunque tutte le portate.
“Ragazzi fatevi questa esperienza” dice, e così sarà. Un vero viaggio nei sapori e, almeno nel nostro caso, nei ricordi.

Infatti Roberto Tistarelli che da bravo produttore è presente all’evento e gira per i tavoli, arriva al nostro tavolo ed in breve tempo ci accorgiamo di avere amici in comune, in particolare il suo vicino di terreno ad Usi, Michele! Semproniano, uno dei paesi nei quali abbiamo lavorato in Toscana è lì, vicino al suo agriturismo (Aia della colonna).
Insomma tutto il mondo è paese.

Tutto questo per dire che possiamo testimoniare personalmente quanto siano incontaminati quei territori, quanto siano ricchi.
Sono zone che conosciamo bene ed è la prima volta che un ristorante a Roma ci offre la possibilità di gustare una cena così piena di prodotti eccellenti, uno dopo l’altro.
Non voglio dilungarmi sulla bontà delle cose che ci sono arrivate in tavola, sarebbe davvero superfluo.

Guardatevi menù e foto.

2 Comments

I commenti sono chiusi.