Sua piccolezza il carciofino

Prima fase del carciofino sott’olio.
Mondate i carciofini e metteteli in acqua acidulata con succo di limone.
Fateli sobbollire in acqua salata, con dell’aceto.
Mettete a scolare su carta assorbente, e girate di tanto in tanto in maniera da permettere a tutta l’acqua di asciugare bene. Mi sta venendo il dubbio di metterli nell’essiccatore.. e se li avessi saltati in padella invece di farli bollire in acqua?
A domani, con l’affogamento dei carciofini nell’olio.

6 pensieri riguardo “Sua piccolezza il carciofino

  1. Senza Maillard?
    Ma siamo pazzi??
    😉

  2. con quanto aceto, con quale aceto!? a bollire, per quanti minuti…sei pazza? il carciofino sott’olio è una scienza esatta! ;-P

    1. l’aglio fresco, la mentuccia….

      1. Francesca Barreca 16/04/2011 — 22:11

        No, scusa, ma la ricetta mica è finita! Ora stanno asciugando, poi domani sono da condire!

    2. Francesca Barreca 16/04/2011 — 22:10

      Tutto a occhio, come ‘a Sora Lella. Nun te la pijà..
      A parte gli scherzi, poi scriverò la proporzione di acqua e di aceto, comune aceto di vino bianco, ma i minuti di cottura è impossibile stabilirli. Sono tutti di dimensioni leggermente diverse, quindi li testo durante la cottura e tolgo prima i più piccoli, poi i medi, poi i grandi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close