GASTRITE II


La rubrica sta avendo un tale successo che The Fooders ha deciso di chiuderla.
Per fortuna ho sottratto la password per amministrare il sito e posso postare questo articolo.


GENTE STRANA

Certa gente non ha il senso della misura: per questo precipita dalla finestra cercando di sedersi sul letto. Sono le stesse persone che mangiano fino a quando hanno abbastanza grasso nell’organismo da poter friggere le patatine tenendole in mano.
Bisogna dire che non è tutta colpa dei ciccioni, se sono ciccioni, anche se non è chiaro perché bisogna dire così.
Chi lo ha deciso? Probabilmente un ciccione.
Se fossi obeso cercherei quantomeno di avere una vita più sana, ad esempio preferendo la cottura a vapore ai normali impianti di riscaldamento. Oppure andandoci a piedi, da McDonald’s.
La nostra società è letteralmente ossessionata dal cibo, tanto che i carboidrati l’hanno denunciata per stalking. Questo accade a tutti i livelli: ci sono maniaci del biologico che non riescono a mangiare nulla che non sia stato affogato completamente nella merda; igienisti che bollono in acqua qualsiasi cosa debbano mangiare, compresi i loro antidepressivi; vittime delle diete che hanno più bilance di un trafficante di droga; dipendenti da glutammato che non riescono più a sentire il sapore di quello che mangiano e riciclano questa abilità nell’industria pornografica, ingurgitando di tutto; crudisti che non cuociono nulla e tra un po’ si priveranno anche della ruota. Insomma, un sacco di gente strana.
Il problema principale non è l’incidenza che il cibo ha sulla nostra salute, ma quella che ha sulle nostre conversazioni: è possibile parlare di qualcos’altro, per favore? Sì, ci stiamo sedendo a tavola. Sì, è molto buono. Sì, abbiamo mangiato tanto. Sì, non riesco a digerire. Sì, dobbiamo pensare a cosa preparare per la cena. Sì, è un cappio quello intorno al mio collo.
Basta!
Per non parlare poi di quelli che non ne capiscono un cazzo e scrivono sui blog di cucina degli altri.

gabbbbro
senzavoglia.blogspot.com
umoremaligno.it

2 Comments

I commenti sono chiusi.