LONDON: CONCIA

Nonna Anna, romana, viveva nella borgata di San Basilio, alla periferia di Roma. Era una persona che amava mangiare, e grazie a lei ho conosciuto molte ricette popolari. La concia però (che lei chiamava zucchine marinate) era una delle mie preferite: semplicissima ma super gustosa.
La concia è una ricetta ebraica, infatti come alcuni di voi sapranno, la tradizione culinaria romana si basa su quella ebraica e si fonde con questa in alcuni punti.


Io ho sempre amato i sott’oli, ma quando prepari i sott’oli a casa devi aspettare molto prima di mangiarli. Quando ero piccola, la concia sembrava essere un modo più veloce per ottenere dei sott’oli in 24 ore.
Le zucchine fritte e quindi condite con menta fresca, prezzemolo, aglio, sale e aceto, aggiungendo abbondante olio d’oliva erano dei sott’oli pret-a-manger.
Nonna Anna aggiungeva ovviamente i suoi ingredienti segreti, ma oggi quei segreti sono appannaggio esclusivamente di mia madre e della ricetta della concia di Mazzo.
#mazzoinvaders è un lungo viaggio, e quando sei lontano da casa sentire i sapori della tua infanzia è come ricevere un pugno in faccia ❤️
Per questo fare la concia a migliaia di chilometri da casa è un’atto d’amore egoista che mi concedo ogni tanto.

Francesca (@thefooders)

Saremo ancora a Londra per una settimana, da Carousel, e tra qualche giorno inizieremo la parte giapponese del tour.
A Kyoto potrete assaggiare la concia da Cenci.

Foto per gentile concessione di @carousel_ldn